marco-zago-responsabile-formazione-isfav.jpg

 

Marco Zago, Responsabile della Formazione ISFAV si racconta 

 

Classe ’77, sguardo concreto, una passione per la struttura che gestisce che traspare inequivocabilmente. Intervistiamo Marco Zago, Responsabile della Formazione ISFAV, una mattina di fine giugno, nel suo ufficio al primo piano di via Domenico Piacentino, 14 a Padova.
Una formazione umanistica la sua, che inizia presso il liceo Artistico Modigliani e che prosegue all’Accademia delle Belle Arti a Venezia.

L’esperienza in Accademia non lo soddisfa ma gli da l’opportunità, quasi per caso, di avvicinarsi al mondo della Fotografia frequentando un corso opzionale, un corso che gli cambia la vita facendogli scoprire la sua vera passione.

Fino a quel momento la Fotografia gli era stata praticamente sconosciuta. Pochi gli accenni che gli era capitato di trovare nei suoi libri di testo relativamente a quest’ultima che la descrivevano prevalentemente come uno strumento di espressione artistica.

Inizia così il suo percorso da studente in ISFAV, all’epoca di recente fondazione, alla quale si iscrive intraprendendo un nuovo percorso formativo.

Ed è proprio in ISFAV che Marco comprende che la Fotografia può tramutarsi in un’opportunità lavorativa concreta.

Negli anni in cui ho studiato, la Fotografia era un mondo completamente diverso, a partire dai supporti analogici come ad esempio la camera oscura, la pellicola, il banco ottico, le macchine fotografiche” così Marco Zago, ora Responsabile della Formazione dell’Istituto, ci racconta i suoi primi approcci a questo nuovo mondo.

Uscito da ISFAV trova subito lavoro nell’agenzia di Roberto Rapetti con il quale inizia una collaborazione durata alcuni anni.

A quest’ultimo Marco è particolarmente riconoscente per avergli dato un insegnamento concreto sia sulla professione di Fotografo sia nel modo di approcciare lavoro e interlocutori.

E così ha inizio un percorso fatto di molte soddisfazioni, tra cui anche alcune esposizioni personali, per poi culminare nel primo ingresso come docente nello stesso Istituto che lo formò.

L’ingresso in ISFAV come formatore risale al ‘99 grazie al precedente presidente Milvio Metichecchia, che gli affida la materia Sala di Posa e Fotografia Generale.

Da questo momento Marco si divide tra l’attività di Fotografo e quella di docente finché, nel 2011, si apre un’opportunità di inserimento come Responsabile della Formazione in ISFAV.

All’inizio è stato difficile ma anche molto divertente – racconta Marco - si trattava di mettere in forma la scuola a mia immagine applicando le mie idee su ciò che poteva essere effettivamente utile ad un giovane per un corretto inserimento nel mondo del lavoro

Nel frattempo entra anche nel corpo docenti di SID  con un corso di Fotografia; qui scopre un nuovo mondo, quello del Design, che non conosceva e il cui approccio creativo lo stupisce e lo appassiona sin da subito.

La carriera di Fotografo professionista subisce a questo punto un lieve ridimensionamento volendo Marco dedicarsi con sempre maggiore impegno all’insegnamento e alla gestione di ISFAV.

Gli chiediamo cosa più lo rappresenti del suo istituto allo stato attuale e lui ci risponde che ISFAV è soprattutto lavoro di squadra. Un team fatto di docenti e collaboratori con i quali c’è estrema fiducia, scelti appositamente tra professionisti operanti nel settore.
Un gruppo coeso e forte fatto anche di elementi giovani che ricaricano tutto il team di rinnovata energia.

Da Responsabile della Formazione ISFAV, Marco ha apportato anche delle importanti variazioni all’assetto del Biennio formativo, introducendo nel Corso professionale per Fotografi anche la Grafica e la Comunicazione Visiva. Queste conoscenze sono necessarie in tempi odierni per la creazione di foto funzionali a imprese e aziende, committenti e marchi che saranno i futuri interlocutori degli studenti e offriranno più possibilità a quest’ultimi di trovare una collocazione lavorativa.

Un altro plus a cui Marco tiene molto è il “Progetto Azienda” una materia che si insegna al secondo anno e consiste in quattro progetti sviluppati a tutto tondo dagli allievi per conto di aziende, dalla campagna ADV alla Comunicazione alla Fotografia.
Un progetto che offre un’opportunità concreta di misurarsi con il mondo del lavoro.

ISFAV è un progetto in divenire, che evolve, restando al passo con i tempi ma comunque fedele all’idea iniziale.

Marco ci regala una delle sue più grandi soddisfazioni ovvero quella di vedere i suoi studenti realizzarsi nel lavoro. Ce lo descrive come il raggiungimento di un suo obiettivo che ha anche il piacevole effetto di offrire al mondo della Fotografia una nuova visione.

Concludendo Marco ci confessa di avere oggi una visione diversa della Fotografia rispetto a quando era un ragazzo: “La Fotografia per me è stata un’occasione per scoprirmi e per scoprire. Ho imparato storie, conoscere persone e farle mie. Come succede con la letteratura che ha la potenza di narrare e ti permette di impossessarti di vite e esperienze altrui che altrimenti non avresti modo di conoscere.

In questo la Fotografia è forse ancora più forte e offre incredibili suggestioni

Ringraziamo Marco Zago, Responsabile della Formazione ISFAV, per il tempo che ci ha dedicato.

Se questo suo racconto vi ha incuriosito e desiderate saperne di più del nostro Istituto, scriveteci un’email o partecipate ad uno dei nostri open day.